camper mov gif

Alleanza Salentina

Alleanza Salentina nasce nei primi giorni del settembre 2012, ed è un’Associazione Camperisti con portatori d’handicap e non “volontari del Soccorso”.

L’idea di formare un’associazione prese forma all’indomani dell’infelice decisione assunta dall’Amministrazione Comunale di Nardò di chiudere “con grossi massi” l’accesso al mare ai camper, ai camperisti e a ogni altro tipo di veicolo. Episodio a cui fu data risonanza mediatica attraverso le vostre pagine web. (link all’articolo)

Il nostro intento è quesllo di combattere queste piccole forme di abuso poste in essere da talune amministrazioni comunali che rispondono a logiche che spesso si discostano dal principio di buona amministrazione che dovrebbe permeare ogni iniziativa destinata a cambiare le abitudini dei cittadini.

Nel caso specifico i nostri amici portatori di handicap sono stati i primi e gli unici a fare le spese per una ordinanza che non limita chi ha l’uso delle gambe ma solo chi non ce l’ha più.

I diversamente abili che trascorrevano le loro giornate sulla scogliera di certo non erano causa di deturpazione o di inquinamento e con l’ordinanza è stata tolta loro la possibilità di godere del mare e poter alleviare le loro sofferenze giornaliere, e ai quali nessun’altra opportunità alternativa è stata offerta. Unica colpa era ed è quella di esser utilizzatori di un camper, oppure auto attrezzate per loro.

Non sono qui per raccontare l’amarezza e la delusione di queste persone ma per difendere il loro diritto ad essere trattati con pari dignità di chi l’uso delle gambe ce l’ha e ai quali poco cambia se la vettura dovranno lasciarla qualche centinaio di metri più avanti o se dovranno inerpicarsi sugli scogli per raggiungere il mare. Quindi s’è vero che il Demanio è di tutti siamo qua a reclamare il loro/nostro diritto a poter raggiungere la spiaggia con le nostre attrezzature.

Si allega, con preghiera di pubblicazione sulle pagine di Camperlife.it, la lettera già inviata a “Porta di Mare”, giornale locale di Nardò, dalla redazione del quale non è mai giunta alcuna risposta. (link alla lettera)

Ci preme rappresentare, in ogni caso, che l’Amministrazione di Nardò dietro nostra precisa richiesta ha fornito parte dei documenti utili a capire i risvolti della vicenda e che, proprio in base ad essi, sicuramente si andrà avanti per il ripristino del diritto, oggi negato, dell’accesso al mare dei disabili.


logo camperlife